COME FOTOGRAFARE AL TRAMONTO O ALL’ALBA?

COME FOTOGRAFARE AL TRAMONTO O ALL’ALBA?

come fotografare alba e tramonto

Livello difficoltà: INTERMEDIO

Chi di noi non si è mai imbattuto nella realizzazione di una fotografia di tramonto? Che tu sia un fotografo o un semplice utilizzatore di fotocamera o smartphone, davanti ad un bel tramonto hai sempre avuto l’istinto di fotografarlo!

Il tramonto è una delle situazioni più congeniali e fotogeniche esistenti al mondo: ècostanteprevedibile ed è alla portata di tutti. Che tu sia al mare, in montagna o in città, i colori caldi di un tramonto ti regaleranno comunque delle piacevoli sensazioni e unabellissima esperienza fotografica.

Ma non ti è mai capitato di tornare a casa dopo aver scattato delle foto ad un tramonto ed accorgerti che ciò che i tuoi occhi hanno visto non è la stessa cosa che c’è nell’immagine?


Se avendo letto fino a qua pensi che questo articolo possa contenere informazioni per te interessanti, non fermarti e continua oltre, ci sono un sacco di trucchi e piccoli segreti che ti permetteranno di realizzare immagini migliori. E se alla fine ti è piaciuto, condividilo e aiutaci a far crescere questo blog.

Clicca sull’immagine per visualizzare la galleria dell’autore su Flickr

PRIMA DI INIZIARE

I parametri da tenere sotto controllo sono molti. Tutti importantissimi per la nostra fotografia! In questo articolo ne analizzeremo solo alcuni. Ovvero quelli che permettono anche a chi ha una conoscenza minima di fotografia di ottenere dei buoni risultati in tempi molto rapidi. Dovrai solo avere pazienza e leggere tutta la guida, sei pronto?

DOVE REALIZZARE UNA FOTO DI TRAMONTO

Il luogo è uno degli elementi fondamentali da tenere in considerazione. Puoi avere il tramonto migliore del mondo ma se non sei nel posto giusto non potrai pretendere che esca una buona fotografia. Qualche giorno prima infatti sarebbe opportuno uscire alla ricerca di una location adatta, che sia in direzione del sole che tramonta e che abbia degli elementi interessanti da includere nell’inquadratura (ad esempio gli scogli se sei al mare o un palazzo interessante se sei in città o l’incrocio tra due montagne).

Per essere sicuro di quale sia il punto preciso del tramonto e l’ora giusta in cui questo avviene scaricati sul telefono l’app SUN SURVEYOR per IPHONE o per ANDROID. Ti dirà perfettamente dove sorge o dove cala il sole, minuto per minuto. Nella versione a pagamento puoi localizzarti e vedere il tramonto in versione 3D.

Clicca sull’immagine per visualizzare la galleria dell’autore su Flickr

COME SI CALCOLA L’ESPOSIZIONE

Il secondo elemento fondamentale da tenere in considerazione quando si fotografa un tramonto è la corretta impostazione della macchina fotografica. Per evitare il problema dei colori che non corrispondono alla realtà il primo trucco è di dimenticarsi di tutti gli automatismi. Infatti se lasciamo fare tutto alla nostra reflex noteremo come il calcolo dell’esposizione verrà influenzato da alcuni fattori presenti all’interno dell’inquadratura e che sfalseranno il risultato.

In funzione del tipo di fotografia che volgiamo realizzare dovremo decide come impostare la nostra macchina fotografica. La difficoltà di un tramonto sta proprio nel fortissimo contrasto che c’è tra il cielo e gli elementi di terra. E’ per questo che sarà importante il punto in cui decideremo calcolare l’esposizione.

I passi da fare sono:

  • utilizzare la funzione AV o A (priorità di diaframmi) dalla ghiera posta nella parte superiore della camera. Potremo così scegliere il diaframma a noi più congeniale e lasciare alla fotocamera il compito di calcolare i tempi più opportuni. Normalmente per panorami o scene molto aperte un diaframma che va da f/5,6 a f/11 va più che bene
  • Impostare gli ISO a 100. E’ un punto di partenza. Se durante il calcolo dell’esposizione ci rendiamo conto che i tempi scendono oltre la soglia di sicurezza potremo intervenire alzandoli, sapendo che quanto più gli ISO sono alti quanto più la nostra immagine ne risentirà qualitativamente
  • impostare la misurazione dell’esposizione sulla funzione SPOT. Questo ci permetterà di individuare un’area molto ridotta su cui fare la nostra valutazione
  • Inquadrare portando il centro del mirino a poca distanza dal sole ma senza includerlo e calcolare l’esposizione
  • buona parte dei fotografi che scatta tramonti sottoespone di almeno 1 o 2 stop per dare un look più drammatico alla scena. Non è una regola, dipende molto dal gusto personale quindi il consiglio più grande è di andare per tentativi e scegliere il look che ci piace di più! Per farlo puoi utilizzare la ghiera di compensazione dell’esposizione. Se scatti in manuale lo puoi gestire in totale autonomia scegliendo i tempi e i diaframmi più opportuni
  • Per facilitare il calcolo puoi utilizzare il blocco dell’esposizione. E’ una funzione presente sulla tua fotocamera che consente di calcolare l’esposizione in una determinata zona dell’inquadratura, salvare i dati di scatto e poi inquadrare nuovamente il tramonto.

Clicca sull’immagine per visualizzare la galleria dell’autore su Flickr

QUALI SONO I MOMENTI MIGLIORI PER FOTOGRAFARE UN TRAMONTO

Il tramonto è un evento che si ripresenta ogni giorno, quindi potenzialmente si potrebbe dire che ogni giorno si potrebbe fotografare il tramonto. Esistono però delle condizioni atmosferiche che influenzano la nostra possibilità di rendere un tramonto una buona fotografia. Il primo il più scontato, e quello della copertura del cielo. Se il cielo è coperto, NO TRAMONTO!

Ma quando il cielo non è coperto quali sono le condizioni migliori per fotografare un tramonto? Sicuramente quando c’è qualche nuvola in quanto la presenza di elementi irregolari rendono lo scatto meno banale. Quindi meteo alla mano e verificate quando danno sereno o poco nuvoloso. Altro elemento è l’umidità. Ambienti secchi riducono il rischio di foschia che rende piatto e poco contrastato un tramonto. Ma il momento migliore in assoluto che preferisco per fotografare il tramonto è subito dopo un temporale. Nuvole nere mixate a cielo rosso infuocato sono la combinazione perfetta!

Clicca sull’immagine per visualizzare la galleria dell’autore su Flickr

ALTRI ELEMENTI IMPORTANTI

LUNGHEZZA FOCALE: è importante decidere bene cosa vogliamo valorizzare. Se vogliamo che il nostro punto di attenzione cada solo sul sole sarà opportuno scattare con un teleobiettivo di almeno 300mm in quanto farà sembrare il sole molto più grande e gli altri elementi molto più vicini alla fotocamera grazie alla compressione dei piani. Viceversa se vogliamo dare valore anche all’ambiente circostante potremo scattare con un grandangolo (da 16 a 35 mm) in modo che il sole risulti molto piccolo nella scena, dando meno problemi di compensazione dell’esposizione, e avendo la possibilità di valorizzare una parte maggiore del paesaggio circostante senza per questo perdere la bellezza dei colori e delle nuvole.

MESSA A FUOCO: Essendo una foto in cui la profondità della scena è elevata, il punto di messa a fuoco risulta essere fondamentale per non rischiare di avere delle zone dell’immagine fuori fuoco. Per farti aiutare imposta il diaframma su valori abbastanza alti (f/8-f/11) in modo che la profondità di campo sia maggiore. Punta la messa a fuoco sull’orizzonte o sul soggetto e scatta.

LA COMPOSIZIONE: per creare delle composizioni interessanti non posizionare il soggetto, sia esso anche il sole, al centro dell’immagine. Stessa cosa vale per l’orizzonte. Infatti secondo la regola dei terzi (di cui parleremo in un capitolo dedicato) per ottenere delle immagini più interessanti è opportuno posizionare l’orizzonte su una linea immaginaria che si crea dividendo la nostra immagine in 3 parti uguali (vedi immagine) dando valore al cielo quando è denso di nuvole posizionandolo sulla linea bassa o dando valore al paesaggio posizionandolo sulla linea alta.

STRUMENTI NECESSARI

Per migliorare e di molto le tue foto di panorama ti consiglio di portare con te un cavallettoper realizzare immagini in HDR (anche per fare lunghe esposizioni – ne parleremo più avanti) e un filtro graduale che ti aiuterà a ridurre il contrasto tra il cielo e la terra. E’ probabile che una volta scattata, l’immagine abbia bisogno di un piccolo intervento correttivo in post produzione per saturare maggiormente i colori o per cercare di recuperare delle zone più scure.

Come hai visto, realizzare una foto di paesaggio in un momento come il tramonto è una cosa abbastanza complicata che richiede pazienza ma al tempo stesso richiede ancheprontezza e una buona dose di creatività in quanto il sole cambia molto velocemente e con se tutto l’ambiente e il paesaggio in cui siamo immersi a causa della luce che modifica le ombre e i contrasti. Ma con un pizzico di astuzia e un livello tecnico sufficiente sarai in grado di realizzare ottime immagini!

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi o se hai voglia, vedere qualche tua immagine di tramonto. Puoi commentare qua sotto e se l’articolo ti è piaciuto e vuoi aiutarci a far crescere questo blog, puoi condividerlo sul tuo social preferito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *